Menu Chiudi

Matematici dopo il 1940

torna a lista dei periodi dei Matematici

Matematici dopo il 1940

Leonard ADELMAN (n.1945) , MIT

È uno degli inventori dell’algoritmo RSA
 

progettista del codice RSA  dalle iniziali di Ronald Rivest, Adi Shamir e lo stesso Leonard Adelman.

 

 

Martin AIGNER (n.1942) – matematico austriaco.

molto nota la sua opera: M. Aigner (1979). Combinatorial Theory, Springer Verlag, Berlin-Heidelberg-New York.

 

 

 

Antonio AMBROSETTO(1944-2020) – 74. Laurea in matematica nel 1966 presso l’Università degli studi di Padova. Fu professore ordinario di Analisi matematica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dove divenne infine professore emerito. Insegnò anche in altre università tra cui l’Università degli studi di Bologna, l’University of Chicago e il Politecnico Federale di Losanna EPFL. Fu Invited Speaker all’International Congress of Mathematicians, tenutosi a Varsavia nel 1983. Ricoprì la prestigiosa Cattedra Lagrange a Parigi nel 1991. Dal 1995 al 1999 fu membro del comitato direttivo dell’Istituto Nazionale di Alta Matematica.

Michelangelo ARRIGO (1949-1987).  Professore incaricato a Messina, aveva lavorato sin dalla laurea nell’ambito della ricerca applicata. È stato autore di numerose pubblicazioni concernenti problemi di informatica e metodi del calcolo numerico. Necrologio in Notiziario dell’U.M.I., a. XIV (1987), n. 10, p. 60.

Enrico BOMBIERI (1940) è stato anche il primo italiano a vincere la Medaglia Fields (1974), ed è attualmente in forze all’Institute for Advanced Study di Princeton, Stati Uniti. Come si legge nella motivazione, riceve il premio “per i suoi contributi eccezionali e influenti in tutte le principali aree della matematica, in particolare nei campi della teoria dei numeri, dell’analisi e della geometria algebrica”Ha anche  vinto il premio Crafoord in Matematica, primo italiano a ricevere questo riconoscimento,  premio assegnato annualmente dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze in collaborazione con la Fondazione Crafoord di Lund. Aveva solo 16 anni quando pubblicò il suo primo lavoro in teoria dei numeri e, tra le altre cose, è uno dei maggiori esperti dell’ipotesi di Riemann sulla distribuzione dei numeri primi. 

Franco CONTI (1951-2003) assistente ordinario di Analisi alla nomale di Pisa, assistente di Stampacchia e poi Professore associato.

 

 

 

 

 

Sandro GRAFFI (n.1943). Ordinario di Fisica Matematica all’Università di Bologna. Figlio di Dario Graffi (1905-1990)

 

 

 

Giorgio ISRAEL (1945-2015)

vedi: http://gisrael.blogspot.com

Homrpage di giorgio Israel

 

Luciano MODICA (1950-2021) . Studia alla Normale di Pisa. Allievo di Ennio De Giorgi ed Enrico Bombieri, è ordinario a Pisa di analisi matematica a 30 anni. Direttore di diparti mento e poi rettore  dal 1993 al 2002. E’  stato  segretario e poi presidente della Conferenza dei rettori italiani, la Crui. Ha fatto ricerca e insegnato anche alle università Paris XI, New York, alla Heriot-Watt di Edimburgo e agli atenei di Bonn e Minneapolis.  Nel 2002 si candida per il Senato, nel collegio di Pisa.  Quando si forma il governo di centrosinistra diventa sotto-segretario con delega a Università e Ricerca. La carriera politica proseguirà con l’adesione al Pd, ma nel 2008 non si ricandiderà.  Ricordo Personale di Franco Eugeni. Ho incontrato Modica più volte alla Conferenza dei Rettori delle Università italiane , alle quali ho partecipato come Delegato rettorale dell’Università di Teramo, specie per gli incontri sul 3più due. Con Raffaele Mascella abbiamo anche intervistato Modica sulla sua idea di Matematica, intervista dalla quale è stato ricavato un filmato proiettasto in un Convegno tenutosi a Teramo. 

Grigorij Jakovlevic PEREL’MAN (13 giugno 1966) premio Field rinuncia

 

 

 

 

Pasquale QUATTROCCHI (1940-2020)

 
 
Adi Shamir (1952) è un crittografo, informatico e matematico israeliano. Shamir, 2009. È uno degli inventori dell’algoritmo RSA
 

Richard STANLEY

È uno degli inventori dell’algoritmo RSA
 

 

 

Franco TRICERRI (1947-1994), geometria differenziale. Si laureò in matematica all’Università di Torino nel 1970. Nel 1980 vinse la cattedra di geometria e fu chiamato al Politecnico di Torino. Nel 1986 si trasferì all’Università di Firenze, dove insegnò geometria per il corso di laurea in fisica e istituzioni di geometria superiore per quello in matematica.

Aljosa VOLCIC (1943)

 

 

 

Andrew John Wiles , Sir (1953) è un matematico britannico, celebre per aver ottenuto la dimostrazione dell’ultimo teorema di Fermat. Il risultato ottenuto procurò a Wiles parecchi prestigiosi riconoscimenti: nel 1995 lo Schock Prize svedese e il Prix Fermat della Université Paul Sabatier; nel 1996 la Royal Medal britannica, il Cole Prize della AMS e il Wolf Prize, oltre all’elezione a membro straniero della statunitense National Academy of Sciences; nel 1997 il Faisal Prize della saudita King Faisal Foundation, e il Premio Wolfskehl destinato specificamente alla dimostrazione dell’enunciato di Fermat; nel 1998 il premio speciale della International Mathematical Union, consegnato in occasione del congresso IMC1998 tenutosi a Berlino. Nel 2016 gli fu assegnato il Premio Abel: “The Norwegian Academy of Science and Letters has decided to award the Abel Prize for 2016 to Sir Andrew J. Wiles (62), University of Oxford, for his stunning proof of Fermat’s Last Theorem by way of the modularity conjecture for semistable elliptic curves, opening a new era in number theory”. Andrew Wiles non ha vinto la medaglia Fields per un soffio. Quando ha dimostrato il teorema di Fermat, aveva appena passato i quarant’anni che –come è noto– costituiscono il termine ultimo per poter essere insigniti di un premio che costituisce l’equivalente, per i matematici, del Nobel.

 

Questo sito si avvale di cookie tecnici necessari al funzionamento dello stesso ed utili per le finalità illustrate nella cookie policy. Continuando la navigazione o cliccando su "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi